Archive for Società e benessere

Come si bacia? Non sottovalutiamo i dubbi dell’adolescenza

Come baciare una persona è uno dei dubbi che più attanaglia gli adolescenti. Per noi adulti questa domanda può sembrare una banalità, ma se riportata nella difficoltà del periodo adolescenziale, essa è comprensibilmente un dubbio lecito quanto importante.

L’età dell’adolescenza è contraddistinta da un periodo di sbalzi d’umore, movimenti di ormoni e periodi di immensa gioia alternati a periodi di crisi. Spesso la crisi nasce dall’ignoto. Nel momento in cui ci si scontra con qualcosa che non conosciamo, da adolescenti, nascono le prime difficoltà.

Come baciare una ragazza o come baciare un ragazzo, sono domande che prima o poi tutti ci siamo fatti. Spesso queste domande sono nate a scuola dove è iniziato a piacerci, così all’improvviso, una persona che veniva in classe con noi. La timidezza che però contraddistingue ogni adolescente è però un ostacolo alla giusta risposta a questa domanda. Essa spinge il ragazzo o la ragazza a non aver modo di fare queste esperienze e quindi rema contro la volontà di imparare a baciare.

Come baciare vincendo la timidezza

Molti ragazzi in adolescenza sono contraddistinti dalla timidezza. Essa però non è una sensazione o un’emozione che ci contraddistingue in quanto esseri umani. Essa è una situazione instaurata dal modello di riferimento che stiamo prendendo. Perciò, se ci sentiamo timidi, poniamoci la domanda del riferimento che stiamo prendendo. Chi stiamo prendendo come esempio? I nostri genitori sono timidi?

Sovente accade che nella nostra società vi siano delle regole non scritte, su ciò che sta bene fare e ciò che non va fatto. Queste regole non scritte non sono comprensibili al bambino, che generalmente desidera fare ciò che vuole. Ma l’adulto arriva a fermare l’espressione della volontà dei propri figli fin da piccolo. Egli li sgrida e cerca di educarli imponendo ciò che può essere detto o fatto e ciò che non può.

Accade quindi che giunti in età adolescenziale, l’educazione abbia mantenuto tabù e segreti ad esempio su come baciare un ragazzo o una ragazza. Potremmo perciò essere nella condizione in cui il ragazzo o la ragazza si trovano ad un punto in cui non sanno come baciare bene. Oppure non sanno proprio come baciare perché non l’hanno mia fatto.

Questo purtroppo è un grosso ostacolo per lo sviluppo della persona perché non saper baciare è un problema che non possiamo risolvere spesso con l’aiuto degli altri.

Nessun adulto si sentirebbe a suo agio nel chiedere ad altri come si bacia, per timore di essere deriso.

Come si bacia: una domanda non per adulti

Da adulti si è più maturi, a siamo memori del periodo infantile e adolescenziale in cui le prese in giro erano sempre dietro l’angolo. Questo ci porta ad evitare di esporci troppo con le nostre sensazioni e con le nostre emozioni, per paura di avere ritorsioni contro.

Facile era infatti essere presi in giro o prendere in giro da piccoli su qualsiasi argomento riguardasse altrui e fosse allo stesso tempo imbarazzante.

Non sapere come si bacia in età adulta è un problema ed un argomento imbarazzante. Questo porta l’adulto in un circolo vizioso che ne determina l’isolamento, perché non può ne chiedere agli altri come si bacia, ne imparare facendolo. Infatti non se la sentirebbe mai nessuno da grande di baciare un’altra persona della stessa età, senza averlo mai fatto. Probabilmente l’altra persona avrà ormai già molte esperienze a riguardo e, specialmente dal punto di vista maschile, l’uomo non si sentirebbe all’altezza della situazione.

Contemporaneamente, è difficile anche uscire e chiedere agli altri, perché la questione di non aver mai baciato nessuno può essere imbarazzante.

Ne deriva perciò che le cose vanno fatte quando è il loro periodo e quindi occorre baciare e dare il proprio primo bacio nell’età giusta, cioè da adolescenti.

 

Commenti